Bioenergetica: pulizie energetiche

Bioenergetica: un modo per comprendere la persona nei termini dei suoi processi energetici.

La Bioenergetica di terza generazione, nata dall’elaborazione del pensiero freudiano e reichiano da parte di Alexander Lowen, cerca di comprendere la persona nella sua corporeità attraverso l’espressione corporea e i processi energetici connessi.

L’attenzione rispetto all’inizio della sua elaborazione, si dirige e si concentra maggiormente sul corpo, sulle posture, le tensioni, le rigidità. Il corpo non viene visto come un contenitore vuoto ma come un “luogo” capace di esprimere l’identità dell’individuo.
Mente e corpo come unità integrate e non divise. In alcune condizioni di disagio si possono attivare una serie di blocchi a livello corporeo che impediscono alle emozioni di fluire liberamente. Tali emozioni possono paralizzare la persona o, all’opposto, metterla in movimento. In questo senso è importante aiutare la persona a comprendere chi è e perché funziona in un dato modo.

Il campo aurico di ciascuno, nella zona intorno al corpo fisico, reca le tracce di molte esperienze dolorose non risolte, recenti, antiche e antichissime. Questo “offuscamento” del corpo energetico, frutto della paura e della mancanza di consapevolezza, si ripercuote sulla percezione della realtà e può condizionare pesantemente, rallentando il percorso evolutivo verso la dimensione del cuore e l’integrazione.
L’osservazione attenta delle reazioni e delle disarmonie del vissuto quotidiano permettono alla persona di individuare con precisione i nodi presenti nel campo energetico per poi scioglierli in un contesto di autonomia e consapevolezza basato sull’apertura alla collaborazione con il Sé superiore.

Si organizzano incontri, seminari oltre a trattamenti individuali mirati.