Le immagini archetipiche, con Marina Valcarenghi

Posted on 26 Nov 2018

Da gennaio a Firenze Marina Valcarenghi terrà il nuovo ciclo di 4 incontri Le immagini archetipiche: il labirinto, il serpente, il fuoco, la foresta, il diavolo, il sangue, l’albero, la caverna.

Gli incontri si svolgeranno presso l’Hotel Together Inn Florence, via de Gasperi 6, Bagno a Ripoli, dalle 15 alle 18, nelle seguenti domeniche:

13 gennaio – 3 febbraio – 7 aprile – 12 maggio

Termine per le iscrizioni: venerdì 28 dicembre

Per informazioni e prenotazioni:
Monica 347 2534248, Alberto 328 8626302
info@oceanodelki.it

Nella nostra vita ci muoviamo attraversando i simboli spesso senza nemmeno averci pensato: cos’è una stretta di mano? Un bacio? Una fede matrimoniale? O i colori della nostra bandiera? Sono simboli, cioè vogliono dire qualcosa che non si vede, che sta dietro, dichiarano per esempio fiducia e benevolenza, affetto, impegno nell’amore e la nostra unità nazionale.
I sogni usano immagini simboliche per raccontarci della nostra vita: se sogno la mia casa sogno quella parte di identità che è stabile e radicata dentro di me, se sogno di guidare la mia auto è il mio movimento che viene preso in considerazione, un tratto del mio percorso di vita, dove sto o non sto andando e così via.
Ci sono però immagini simboliche che hanno valori analoghi e costanti nella vita di tutti gli esseri umani e in ogni tempo e sono definite archetipiche: esse rappresentano un condensato di sapere accumulato in migliaia di anni, contengono un potenziale energetico e producono intense reazioni emotive. Le immagini archetipiche fanno la loro comparsa nei sogni, ma anche nell’arte visiva, nella letteratura, nella poesia, nel linguaggio quotidiano, religioso, filosofico, psicologico e persino pubblicitario.
Noi registriamo queste immagini, ma non sempre siamo in grado di decifrarle, di capire il loro perché e quindi che cosa ci vogliono dire, come ci vogliono aiutare. In questo seminario parlerò di alcune immagini archetipiche e insieme andremo alla loro ricerca nell’esperienza di ognuno di noi.

Share This